La prima social dance

Le social dance………. In questo periodo di quarantena sembrano un lontano ricordo. Ma prima o poi torneremo a ballare e a scatenarci in pista. L’articolo di oggi è dedicato ai principianti che si affacceranno per la prima volta ad una social dance per ricordare loro: se sarete nervosi non sarete i soli. Anche per i “piú esperti”, il ritorno in pista regalerà grandi emozioni e sarà un po’ come rivivere la prima social dance.

Se non sei mai stato ad una serata di social dance è normale che tu sia un po’ nervoso anche alla sola idea di prenderne parte. Ma se hai seguito delle lezioni di swing significa che prima o poi dovrai lanciarti. Non esiste miglior modo per mettere in pratica quanto imparato in aula se non lanciarsi in pista. Non riuscirai, e non vorrai, rimandare per sempre: ben presto saranno proprio le tue gambe a chiedertelo. Ma come poter cogliere il bello ed uscire indenni dalla prima social dance?

Scena tratta dal film Billy Elliot

La prima social dance: procedi per gradi

Se sei particolarmente nervoso, potresti procedere per gradi. Magari la prima sera resti seduto a guardare gli altri ballare mentre ti godi la musica della band sorseggiando un buon cocktail; la seconda ti riprometti  di ballare almeno lo Shim Sham e di prender parte ad una Jam Circle; e la terza (quella che alla fine ricorderai come la tua prima vera serata social) molto probabilmente passerai piú tempo in pista a ballare che seduto. 

Per rompere il ghiaccio potresti unirti agli altri ballerini della tua scuola e lasciarti trasportare dall’energia del gruppo senza avventurarti da solo… l’unione fa la forza

Caccia la paura

La prima social dance: la scelta dell’abito

E’ molto importante sentirsi a proprio agio ed il vestiario può giocare un ruolo importante. Vestirsi a tema è senza dubbio la parte più divertente nei preparativi pre-serata e permette di immergersi a pieno nell’evento. Non lasciare nulla al caso e pianifica per tempo ogni dettaglio: c’è mondo dentro cui perdersi e ce n’è per tutti e per tutti i gusti. Se non sai da che parte cominciare potresti dare una letta a questi interessanti articoli del nostro magazine sul trucco e la moda maschile e femminile.  L’importante è che indossi qualcosa che ti faccia sentire te stesso. Il mal di piedi, la camicia che tira o la gonna che si alza non dovranno essere una distrazione o un motivo di impaccio.

La prima social dance: rompere il ghiaccio senza affogare 

Intavolare una conversazione con gli altri social dancer è il modo migliore per rompere il ghiaccio, conoscere nuove persone e passare una piacevole serata, a prescindere dalla circostanza in cui si sia optato di non ballare affatto e di passare la serata a “sondare il terreno”. Ti tornerá quindi utile avere qualche asso nella manica per iniziare una conversazione ed andare oltre le chiacchiere di circostanza (nel nostro Magazine ne troverai piú di uno 😉 ) 

La prima social dance: ogni serata (ed ogni esperienza) è a sè

Non dare per scontato che chiunque avrai attorno ti chiederà di ballare e non pensare che nessuno ti inviterà a ballare solo perché sei timido e non sei sul bordo pista pronto a lanciarti. Non pretendere nemmeno di ricordare tutte le figure studiate a lezione: è normale sentirsi un po’ confusi ed è diverte anche ballare un intero brano facendo sempre gli stessi triple steps. Non essere troppo severo con te stesso e non abbatterti: ogni serata è a sé e se la prima non è andata come volevi, andrá sicuramente meglio la seconda, poi la terza e tutte quelle successive delle quali non riuscirai piú a fare a meno.

Federica