Consigli per un lindy hopper ecosostenibile

I problemi ambientali che affliggono il nostro pianeta oggi sono molti, collegati tra di loro e minacciano il delicato equilibrio che è l’ecosistema della Terra.

Come migliorare il proprio ballo... anche da soli

Nel ballo risulta di fondamentale importanza sia per prendere confidenza se si è all’inizio del percorso, sia per arricchire e migliorare il proprio stile per chi invece balla già da diverso tempo. Ecco dei consigli su come migliorare il proprio ballo anche se si è soli.

Chick Webb, The King of Swing

Chick Webb, nato il 10 febbraio 1905 a Baltimora nello stato del Maryland sulla costa est degli Stati Uniti, poco sotto New York, è stato un batterista statunitense e leader di una delle più grandi band di tutti i tempi.

Le Big Band

Quando si parla di Big Bands si pensa al periodo della “swing era”, cioè al periodo che va tra il 1935 e il 1945,  ma la loro genesi parte da prima, dai grandi ensemble presenti a cavallo del ‘900, le Brass Bands e le Marching Bands.

La prima social dance

L’articolo di oggi è dedicato ai principianti che si affacceranno per la prima volta ad una social dance per ricordare loro: se sarete nervosi non sarete i soli. Anche per i “piú esperti”, il ritorno in pista regalerà grandi emozioni e sarà un po’ come rivivere la prima social dance.

10 modi ironici per farsi rifiutare un ballo

In particolar modo per chi ha cominciato a ballare da poco, invitare una persona durante una serata, leader o follower  che sia, può risultare difficile. Subentrano vari fattori come timidezza, insicurezza, nervosismo  e via dicendo che possono farci sbagliare l’approccio.

Come non farsi trovare impreparato: pillole utili per i beginners!

Il Lindy Hop è un ballo ricco di cultura ma soprattutto di storia alla quale tutti noi possiamo attingere per conoscere meglio la passione che ci accomuna. Per chi si sta avvicinando a questo universo fare ricerche non è la una priorità, così abbiamo pensato a voi con alcune pillole su “quello che c’è da sapere”: le informazioni per non sentirsi fuori dai discorsi dei più “esperti”.

Le fobie del principiante: 6 consigli utili per superarle

Finalmente hai trovato il coraggio di iscriverti al corso di ballo che tanto desideravi imparare? Non vedi l’ora di cominciare le lezioni e stai sognando quel momento da tanto tempo, eppure dei pensieri girano e rigirano nella tua testa. Come farò a non sembrare un imbranat*? E se dovessi sudare troppo? Come verrà vista la mia disinvoltura da “Billy Ballo”???

La 52nd street

La 52nd street, posta cinque strade più a sud di Central Park, non si distingueva da altre aree di New York in cui abbondavano gli speakeasy. Tuttavia, nel 1927 Joe Helbock, proprietario di uno speakeasy della 52a e grande amico di Jimmy Dorsey, notando la frequenza con cui molti jazzisti si ritrovavano nel suo locale, decise di trasformarlo in un vero e proprio jazz club battezzandolo Onyx Club.

Il Bebop

Il Bebop è uno stile capriccioso, di notevole difficoltà esecutiva, basato su ritmi intricati, armonie ardite, melodie tortuose e poco orecchiabili. Le parti vocali sono fondate su grotteschi vocalizzi “scat” (la parola bebop è onomatopea di questi vocalizzi). Questo stile si connotò subito come una musica ribelle e protestataria, intesa da pochi iniziati. 

Le radici del Jazz e la sua evoluzione

In quest’articolo proveremo a raccontare la storia della musica in un brevissimo excursus a partire dal XVIII secolo per arrivare al jazz. Brevissimo perché si affronta un argomento così vasto e ricco che solo uno storico della musica potrebbe chiarire. Ma ci proveremo!

I Cocktail al tempo del proibizionismo

Il periodo del proibizionismo (1919-1933) vide, tra le tante nuove leggi e limitazioni, la proibizione completa della vendita e del consumo di alcolici. Questa misura costrittiva ebbe l’effetto opposto andando a incentivare sia il contrabbando che l’apertura di vere e proprie attività dove venivano serviti alcolici: gli speakeasy. 

L’emancipazione femminile negli anni ‘20 negli Stati Uniti

Quello degli anni venti fu un decennio di forti cambiamenti anche per le donne. La Grande Guerra rivoluzionò l’immagine femminile quale “angelo del focolaio domestico”. Le donne infatti dovettero supplire l’assenza degli uomini chiamati al fronte e assunsero un nuovo ruolo sul piano economico. Finita la guerra, pertanto, era impensabile tornare allo status quo precedente e le donne presero maggiore coscienza del loro ruolo nella società.

Il Charleston

Come abbiamo visto nell’articolo sulla storia del proibizionismo, il periodo temporale che va  dal 1919 al 1933 è stato uno dei periodo più intensi della storia americana e non solo.  Il proibizionismo è stata infatti la culla di movimenti culturali, musicali e sociali che hanno modificato il modo di pensare e lo stile di vita delle persone dell’epoca.

La rinascita del Lindy Hop

Forse non tutti saprete che il ballo che tanto ci appassiona e ci fa divertire non è sempre stato sulla cresta dell’onda. Per qualche decennio, infatti, il Lindy Hop ha visto un periodo silente rischiando di finire nel dimenticatoio. Volete sapere come ha fatto a tornare di moda? Dovete sapere che il merito va tutto a un gruppo di ballerini svedesi…

I Whitey's Lindy Hoppers e Norma Miller, Willa Mae e Al Minns

Il ballerino di Lindy Hop al giorno d’oggi più conosciuto è Frankie Manning (1914-2009), testimone fino ai giorni nostri del ballo originale di Harlem e al quale abbiamo già dedicato parte importante di un articolo sui Whitey’s Lindy Hoppers, il gruppo di ballo ovvero la compagnia di ballerini più importante dell’epoca. Assieme a Frankie Manning presero parte giovanissimi anche altri ballerini. Vediamo chi erano.

I Whitey's Lindy Hoppers e Frankie Manning

Verso la fine degli anni ‘30, nella Savoy Ballroom di New York i ragazzi di Harlem infiammavano la pista sulle note di Count Basie e Chick Web. L’ex pugile Herbert White, noto per il suo grande senso degli affari, scelse i migliori ballerini della pista per formare una compagnia di ballo.

Il Jazz durante il proibizionismo - La Jazz Age

Il proibizionismo accentuò e accelerò la progressiva popolarità che il Jazz aveva iniziato a raccogliere sin dai primi anni del 1900. Nel decennio degli anni Venti conobbe il suo periodo d’oro, la cosiddetta “Jazz Age” o detta anche “Age of Sound”, perché improvvisamente il suono era ovunque.

Gli Speakeasy

Gli speakeasy – conosciuti anche come “blind pigs” and “gin joints” – erano bar privati e clandestini sorti negli Stati Uniti durante il periodo del proibizionismo (1919-1933)

Il proibizionismo - America goes dry

La storia del proibizionismo inizia con la storia stessa degli Stati Uniti come nazione indipendente. Nel primo decennio del 1800 ci fu il proliferare delle cosiddette “Società per la Sobrietà” ossia gruppi religiosi e politici che riuscirono a influenzare la politica di Washington con toni moralistici e fondamentalisti circa l’esigenza di un ritorno a una “società sobria”

Il galeteo della Social Dance

Esistono delle regole di galateo scritte da rispettare durante una social dance? Certo è ovvio! C'è un libro rilegato con la pelle del tamburo della batteria di Chick Webb e scritto personalmente, riga per riga, da tutti i Whitey's Lindy Hoppers

Le Jam Circles

Momenti in cui il ballo di coppia si ferma e le persone si stringono in un cerchio. Si tratta della Jam Circle, più semplicemente dette Jam, che Malcom X nel suo libro autobiografico descrive come un cerchio libero che viene a formarsi attorno a coppie o singoli ballerini che, a turno, prendono il centro della scena scatenandosi sul ritmo della band e acclamati dalle persone raccolte attorno a loro che applaudono energicamente.

Social Dance per ballerini Swing

La nostra prima social dance ce la ricordiamo tutti, nel bene e nel male. Quel momento in cui la realtà incontra la fantasia.

Il Trucco degli anni '20 '30 e '40

Si dice sempre che gli Anni 20 fossero “ruggenti”, e così è stato anche per la sfera della bellezza e in particolare del make-up. Fu la diffusione del cinema a incrementare tutte le professioni collaterali alla produzione cinematografica, tra cui proprio “il truccaggio”.

La moda maschile degli anni '40

La moda maschile degli anni '40 è stata fortemente influenzata dal periodo storico che si stava affrontando. La guerra in corso, infatti, costringeva a forti ristrettezze. Vennero quindi utilizzati materiali poveri e non c'era spazio per eccentricità.

Guida alla moda per le donne degli anni ‘30

La donna ideale degli anni '30 era alta e snella con una vita molto piccola e fianchi stretti, ma poiché la maggior parte delle donne non aveva fianchi sottili e vita stretta, le spalle erano esagerate con maniche a sbuffo, spalline, colletti e coprispalla a “Farfalla”, così da far apparire le anche e i fianchi più piccoli.
Frankie Manning e lo Shim Sham

SHIM SHAM

Lo Shim Sham, inizialmente conosciuto come Shim Sham Shimmy, è una piccola routine che unisce i lindy hoppers di abilità e livelli diversi; nessuno è troppo grande, troppo giovane, troppo inesperto o troppo bravo per partecipare c’è sempre spazio per tutti.
The Original Dixieland Jass Band

The Original Dixieland Jazz Band e il primo disco Jazz

Ritenuto il primo gruppo ad aver inciso un disco jazz (78 giri) il 26 febbraio 1917, è guidato dal leader trombettista di origine italiane di nome Dominick James "Nick" La Rocca nato a New Orleans nel 1889.
Scene di ballo dal film “Hellzapoppin”

Il Lindy Hop nel Cinema

A molti di voi sarà capitato, vedendo un film, di assistere ad una scena di ballo. Forse il film che stavate vedendo era ambientato negli anni ’30 o ’40 e forse gli attori ballavano su musica swing. Magari vi siete anche chiesti che cosa fosse quel ballo così dinamico e allegro…il suo nome è Lindy Hop!